Categoria: Vacanze

Giocare a Golf nel Salento: ad Acaya vicino Lecce

No Comments

Se siete degli appassionati di golf e volete continuare a praticare questo gioco anche durante le vacanze, potete scegliere il Salento come luogo per passare qualche giorno di relax. In Puglia, infatti, sono presenti diversi campi da golf e nel Salento, una vera e propria perla per chi ama il mare, è presente una struttura molto adatta per contemperare le due esigenze. Partiamo insieme alla scoperta di questa struttura.

Praticare il golf all’Acaya Golf Club

In prossimità della splendida città di Lecce, precisamente a Vernole, è situato uno dei campi da golf meglio attrezzati della regione Puglia: l’Acaya Golf Club. Si tratta di una struttura che presenta diversi punti di forza e che la rendono particolarmente adatta per chi vuole praticare questo sforzo in prossimità del luogo scelto per le proprie vacanze.

L’Acaya Golf Club si trova infatti in una posizione privilegiata tra l’Oasi Naturalistica del WWF e le meravigliose spiagge di San Cataldo bagnate da un mare turchese e cristallino.

La struttura presenta una serie di servizi aggiuntivi rispetto ai campi da golf che la rendono molto apprezzata da giocatori e visitatori. Potrete infatti usufruire di un centro fitness e di un centro benessere, di un’area dedicata dove potersi rilassare in tutta tranquillità e anche una specifica area per i bambini dove potranno giocare in totale sicurezza.

Caratteristiche del campo da gioco

Il campo da gioco è composto da un percorso dislocato su 18 buche per un totale di Par 71 e nel corso degli anni è stato più volte oggetto di ristrutturazioni e modellamenti fino a quello definitivo del 2007 effettuato su progetto dello Studio Americano Hurdzan-Fry.

Un ulteriore punto di forza è dato dall’approccio ecologico dato alla struttura, che mira a ridurre al minimo l’impatto ambientale. Esempio tipico è l’impianto che prevede un riciclo continuo dell’acqua utilizzata per innaffiare i campi da gioco.

Il campo da golf si presenta adatto sia a coloro che sono giocatori professionisti, e che quindi hanno necessità di migliorare ulteriormente la loro tecnica di gioco, sia per chi pratica questo sport a livello amatoriale e che hanno soltanto la necessità di fare una partita tra amici.

Il campo da gioco è situato a circa 20 metri sul livello sul mare in una vera e propria oasi di pace.

Il Campo Pratica dell’Acaya Golf Club dispone di ben 66 postazioni di gioco delle quali 6 sono al coperto. Sono inoltre inclusi anche due Pitching Green e due Putting Green.

Potete recarvi tutti i giorni della settimana presso questo club e nel caso non vi riteniate dei giocatori esperti, potete anche usufruire di lezioni personali impartite da maestri di golf che si trovano all’interno del Golf Club e che saranno in grado di insegnarvi le tecniche base di questo sport e farvi migliorare costantemente.

In definitiva quindi si tratta di una scelta ideale per coloro che vogliono continuare a praticare il golf o iniziare a praticarlo e nel contempo avere la possibilità di visitare le bellezze artistiche e culturali salentine.

Vacanze golf in Toscana: ecco le mete ideali

No Comments

La Toscana è sicuramente una regione che non ha bisogno di presentazioni, né in Italia né all’estero, e il suo patrimonio artistico e culturale, così come i meravigliosi paesaggi e le prelibatezze eno-gastronomiche che la contraddistinguono, sono conosciuti a tutti. Quello che forse non tutti sanno, però, è che la Toscana può essere considerata come una meta perfetta anche per gli amanti del golf: in tutta la regione si trovano infatti dei campi, alcuni dei quali situati in dei contesti molto suggestivi, che possono davvero soddisfare anche il golfista più esigente. Senza dimenticare che, in una regione così ricca di ogni tipo di attrazione, ad una vacanza all’insegna dello sport si possono aggiungere molte altre componenti, creando così la situazione ideale soprattutto se si viaggia in compagnia anche di persone che non sono così appassionate di golf, o se semplicemente da una vacanza ci si aspetta qualcosa di più.

Tra i tanti campi da golf presenti nella regione, ne segnaliamo in particolare tre: il Golf Club Montecatini, il Golf Club Versilia e il Drago Golf Club di Castiglion del Bosco. Il primo, costruito nel 1987, si trova a Monsummano Terme, in provincia di Pistoia, e conta 9 buche. Situato in una posizione strategica per raggiungere senza troppe difficoltà le città di Firenze, Lucca e Pisa, questo golf club è immerso nella campagna toscana, non lontano dalla costa della Versilia. La zona di Montecatini è inoltre conosciuta per la stazione termale che ospita, e che attira ogni anno molti turisti alla ricerca di un’oasi di benessere e relax. Il Golf Club Montecatini potrebbe dunque essere la scelta migliore se desiderate alternare qualche tiro in buca con dei trattamenti benessere o di bellezza, e dedicarvi quindi alla salute e al benessere della vostra persona. Il tracciato del Golf Club Montecatini è stato costruito seguendo la conformazione collinare del luogo, e lungo il percorso si trovano de laghi, oltre che alcuni punti molto pregevoli non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello paesaggistico.

Molto suggestivo è anche il Golf Club Versilia, situato a Pietrasanta, in provincia di Lucca. La posizione di questo Golf Club, un resort in cui si nota una certa attenzione ai dettagli, è davvero eccezionale: situato tra le Alpi Apuane e il Terreno, si trova a breve distanza dal mare, in una zona, quella della Versilia, universalmente conosciuta anche come meta turistica per vacanze al mare, oltre che per la sua vivace vita mondana. Gli appassionati di vacanze al mare, oltre che di golf, potrebbero quindi trovare in questo resort il proprio rifugio ideale. Entrando nel dettaglio del campo da golf, il percorso è stato disegnato da Marco Croze ed inaugurato nel 1990. Consta di 18 buche distribuite in un paesaggio caratterizzato da bunker di sabbia ed ostacoli d’acqua.

Ultimo, ma non meno importante, il Castiglion del Bosco Golf Club, in provincia di Siena. Progettato da Tom Weiskopf, già vincitore del British Open, il percorso consta di 18 buche, tra cui la buca più lunga d’Europa (la buca 13, di 685 yard). Da segnalare la particolarità delle bandiere sui green, dotate di un misuratore laser che permette di calcolare la distanza esatta della palla dalla bandiera. Immerso in un paesaggio di per sé affascinante, il percorso è stato costruito in armonia con la cornice che lo ospita, ed è perfetto anche per chi decide di godersi delle vacanze all’insegna della natura e a poca distanza dalla bellissima città di Siena, il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’Umanita dell’UNESCO nel 1995.